Giovani che scelgono in controtendenza

Durante il pomeriggio di domenica scorsa (25 set. 2011, n.d.r), presso il lago di Ghirla, ho assistito ad un evento interessante e insolito in Italia.

Molte persone, di diverse nazionalità, erano presenti ad assistere, riuniti intorno a due ragazze molto giovani vestite di bianco, mentre altri giovani intonavano canzoni di festa.

Mi avvicino incuriosito, quando uno dei presenti mi accoglie con un saluto amichevole, rispondo al saluto e gli chiedo cosa stiano festeggiando, lui mi risponde che le due ragazze si vogliono battezzare.

Noto che le ragazze vengono accompagnate una alla volta, dal pastore e una persona scelta dalle ragazze, in acqua.

Il pastore insieme all’accompagnatore e la chiesa, pregano per le ragazze, ponendogli poco dopo una domanda:

Accetti Gesù Cristo come tuo unico Signore e Salvatore?

Entrambe le ragazze rispondono di si, venendo dolcemente immerse in acqua, per poi uscirne in mezzo all’applauso e la gioia dei presenti.

Appena possibile approfitto per sapere dalle due festeggiate il motivo del loro gesto ad un’età così giovane, le due ragazze mi spiegano che il loro battesimo si è svolto secondo l’insegnamento della Bibbia, dopo una cosciente scelta di seguire ed amare Gesù Cristo e il desiderio di confermare pubblicamente tale scelta con il battesimo, che segna simbolicamente una nuova nascita.
Rinunciando senza alcun rimpianto alle mode o stili di vita dettati da una mondanità che soffoca la speranza e la libertà nei giovani. Anche perché non c’è un’età per amare Cristo.

Altri ragazzi presenti si avvicinano alle festeggiate, pregando per loro con parole d’affetto e amore…

Marco R.

Per approfondimenti:

Leggi altro

Inserisci una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *